Buongiorno occhi

Aggiungi ai preferiti

  • Stampa

Gonfiore, occhiaie, sguardo stanco?
Ecco i trucchi, da quelli della nonna a quelli dei truccatori, per ritrovare la perduta freschezza

L

a comparsa dell’alone bluastro delle occhiaie è dovuto in parte alla rete di vasi sanguigni sottopelle, dove ristagnano sangue venoso e linfa, e in parte all’accumulo di melanina. Le borse, invece, dipendono da ritenzione idrica, con accumulo di tossine e liquidi nella zona sotto oculare. Si accentuano con l’età: la cute palpebrale si “rilassa” e cala sullo zigomo. 

Cosa fare Per entrambi i problemi, il consiglio è di dormire sempre con il cuscino e in posizione supina, a faccia in su. Utile anche mettere due spessori di un paio di centimetri sotto le gambe del letto, dalla parte della testa: questo evita il ristagno
di sangue e linfa sotto gli occhi.

 

Impacchi di freschezza

Ghiaccio di rose Una cura di bellezza dal profumo antico: basta riempire il contenitore del ghiaccio con acqua di rose e far congelare nel freezer. E poi usare due cubetti come “pronto soccorso” cosmetico in caso di gonfiore, mettendoli in un telo di cotone e passandoli rapidamente sulle palpebre e sul contorno occhi senza sfregare. Asciugare con una velina e applicare la crema idratante.

 

Tea time La sostanza antigonfiore per eccellenza è la caffeina: applicata sulla pelle drena i liquidi e dà tono al contorno occhi. Il trucco è sfruttare il contenuto di caffeina del tè (si chiama teina, è la stessa cosa). Occorre immergere due bustine di tè in acqua fredda e poi lasciarle in posa sugli occhi chiusi per 10 minuti. Risciacquare e asciugare con una velina.

 

Patate light Le patate sono un toccasana per un “effetto lifting” sul contorno occhi. Basta grattugiare una patata e mescolarla con un po’ di mollica di pane inzuppata nel latte. Si applica intorno agli occhi e si lascia in posa un quarto d’ora. Risciacquare e asciugare con una velina.

 

Dal frigo Ricco di betacarotene, il finocchio decongestiona il contorno occhi. Si utilizzano gli scarti, le parti esterne lavate e frullate, da mettere su una garza e lasciare sugli occhi per una decina di minuti. Risciacquare e asciugare con una velina.

Spruzzi e ginnastica

Ecco qualche trucco in caso di risveglio difficile degli occhi.

 

• Riempire il lavandino di acqua fredda, inspirare e immergere il viso (perfettamente pulito) fino all’attaccatura dei capelli; aprire e chiudere ripetutamente gli occhi nell’acqua e intanto espirare piano tutta l’aria immagazzinata nei polmoni. Ripetere tre volte.

In alternativa, spruzzare acqua fredda su viso e occhi, tenendoli ben aperti. Asciugarsi con cura il viso e attendere qualche decina di minuti prima di uscire di casa, soprattutto quando l’aria è fredda.

 

• C’è anche una ginnastica per rendere più “scattante” il contorno occhi: bisogna appoggiare l’indice e il medio di entrambe le mani sulle sopracciglia nella parte esterna, verso le tempie, tirando leggermente la pelle verso la fronte ed esercitando una leggera pressione. Socchiudere le palpebre fino a sentirle vibrare e tirare. Quindi ridistenderle lentamente. Da fare 20 volte al mattino e volendo anche alla sera, per garantire un dolce risveglio agli occhi.


ENTRA IN

Tanti vantaggi per te!

Buoni sconto

Offerte su misura

Servizi esclusivi

Registrati