Merlot, piace a tutti

Il suo gusto morbido e vellutato lo rende un vino facile da apprezzare, ma non privo di raffinatezza. Da provare anche nei cocktail

 

Morbido, caldo, rotondo, vellutato, “piacione”. Sono questi i primi aggettivi che vengono in mente quando si parla di Merlot, un vitigno - e un vino - che ha girato tutto il mondo e che si è adattato a tutti i climi, grazie alla sua maturazione precoce. In molti casi, il Merlot ha aiutato i vignaioli a rendere morbidi vini altrimenti eccessivamente spigolosi, ma può esprimere tutto il suo potenziale anche da solo, con grande raffinatezza.
In Italia il Merlot è arrivato alla fine del 1800 in Friuli-Venezia Giulia, per poi diffondersi velocemente in Veneto e in Trentino-Alto Adige. In queste zone, il vitigno Merlot ha trovato condizioni ambientali ideali, ma è ormai diffuso in molte altre regioni, con risultati a volte sorprendenti, anche senza l’apporto di altre uve. Un classico esempio è la Toscana, dove il vitigno domina in tutta la zona tirrenica, soprattutto nei suoli argillosi della Val di Cornia e di Bolgheri, dove partecipa alla creazione dei vini noti come Supertuscans.
I vini che si ottengono dal vitigno Merlot sono vellutati, intensi, pieni, con un bel colore rubino scuro, che con l’invecchiamento tende a diventare granato. Al naso profuma di mirtilli, viole, ribes nero, prugne, ciliegie, foglie di pomodoro, finocchio, rabarbaro. La caratteristica che lo rende riconoscibile è una nota erbacea di sottofondo. Al palato è ampio e profondo, con aromi di more e ciliegie e tocchi erbacei e terrosi.

 

Merlot del Friuli D.O.C. 750 ml Le Vie Dell'Uva

Vino di colore rosso vivace, profuma di mora e note vegetali. Di medio corpo e buona acidità, conclude con un gradevole fruttato.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI: piatti succulenti e saporiti, come il vitello tonnato, il pollo al curry, il pulled pork, il filetto alla Wellington.

TEMPERATURA DI SERVIZIO 18-20°C

 

 

 

COCKTAIL rossi PER OGNI STAGIONE

Con il Merlot puoi divertirti a preparare tutti i più classici cocktail al vino rosso, a partire dalla Sangria. Sono una proposta adatta a ogni stagione, compresi quelli a base di tequila, ingrediente di grande tendenza

 

• Red Splash, Merlot + Tequila

Per un delizioso drink a base di Merlot e Tequila, opta per un Red Splash, cocktail creato dai mixologist statunitensi. Riempi uno shaker con del ghiaccio e aggiungi 5 ml di limone (un cucchiaino da caffè), 5 ml di succo d’agave e 5 ml di succo di lime.
Scegli un Merlot giovane e non troppo robusto e uniscilo al Tequila nella proporzione di 5 cl per parte. Agita per qualche secondo e servi con una scorza di limone nel bicchiere.

 

• Prova il Bordij

Altra proposta interessante, in stile in questo caso francese, è il Bordij, che si prepara unendo 6 cl di Merlot, 1 cl di Cognac e 9 cl di crème de Cassis. Agita il tutto e versa in un calice da vino ampio, assieme al ghiaccio: il gioco è fatto.

 

• La Sangria incontra il Merlot

I sentori di mirtilli, more e ciliegie del Merlot ispirano un cocktail profumato e seducente, liberamente ispirato alla Sangria, per il quale servono 1 bottiglia di Merlot, 200 g di frutti di bosco, 2 cucchiai di zucchero di canna, 1 limone, 1 cucchiaio di chiodi di garofano e qualche foglia di menta. Metti a macerare, per circa un’ora, i frutti di bosco con mezzo bicchiere di vino e lo zucchero. Successivamente, versa il composto così ottenuto in una brocca e unisci il restante Merlot, mescola bene in modo da far sciogliere lo zucchero, aggiungi il limone tagliato a fette (o spremuto) e i chiodi di garofano. Lascia riposare per circa un’ora in frigo, quindi servi in bicchieri da vino con ghiaccio, qualche frutto di bosco e foglioline di menta.